7 semplici consigli per le tue fotografie di matrimonio

Quando parlo con i futuri sposi, una delle loro maggiori preoccupazioni è come appariranno nelle foto del proprio matrimonio.

Per la maggior parte delle persone, il giorno del matrimonio è la prima volta in cui si ha a che fare con un fotografo professionista; sarà un giorno particolarmente importante e il desiderio assoluto è che tutto vada per il meglio.

La regola generale è: non vergognatevi di avere una o due fotocamere puntate addosso.

Consiglio molto semplice, ma niente affatto scontato. Sarà un giorno irripetibile (anche fotograficamente), quindi quello che perderete in questo giorno non sarà più replicabile.

Intanto qui vi espongo 7 semplici consigli da seguire, frutto della mia esperienza.

1. Assumete un buon fotografo

marco-morelli-fotografia-di-matrimonio-a-lecce-29

“Wow” starete pensando, “che gran consiglio”! In realtà, scegliere un buon fotografo di matrimonio potrebbe rivelarsi un campo minato.

Come capire chi è valido e chi non lo è? Quanto è giusto spendere? Quel vostro cugino che è bravissimo a fotografare le automobili potrebbe essere adatto a fotografare anche il vostro matrimonio? (spero che voi conosciate la risposta a quest’ultima domanda).

Fate delle ricerche. I siti dedicati al matrimonio sono degli ottimi punti di partenza. Guardando le foto di matrimoni reali sui siti che trovate più interessanti, cercate i fotografi che hanno colpito la vostra attenzione e fate una lista.

Il prezzo può fluttuare in base alla residenza del fotografo, alla sua esperienza e in base al tipo di servizi che offre, ma in linea di massima non vi raccomanderei mai un fotografo che propone un servizio fotografico completo a meno di 1000€.

Certo, potreste essere fortunatissimi e trovare un entusiasta e super talentuoso fotografo “novello”, ma questo sarebbe certamente l’eccezione e non la regola. Vista l’importanza del servizio fotografico, non vi consiglio di rischiare.

In media, il cachet di un buon fotografo di matrimonio può oscillare tra i 1300 e i 2000€. Spendete il massimo che potete permettervi per avere il miglior fotografo possibile. Se non lo farete, potreste pentirvene in futuro.

2. Riponete la massima fiducia nel vostro fotografo

Per me e per tutti i fotografi di matrimonio che conosco, il maggior disagio è avere una coppia di clienti che chiede nel dettaglio, foto per foto, tutti i momenti che vorrebbero fossero fotografati: l’abito da sposa appeso di fronte alla finestra, le scarpe della sposa, la sposa che si veste, il papà con lo sguardo fiero, ecc… Credo di aver reso l’idea.

Cercate di avere fiducia nel vostro fotografo. Il vostro fotografo di matrimonio ha preso parte a molti più matrimoni e ormai ha una discreta esperienza. E se non vi fidate di lui o lei, tornate al punto 1. E magari cercate qualcun altro!

Ovviamente, se avete qualcosa di particolarmente importante che desiderate venga fotografato, comunicatelo, il fotografo sarà ben lieto di arricchire il suo racconto. Ma non consegnate liste infinite con suggerimenti di foto e pose.

Lasciate fare al fotografo il suo lavoro e lasciatelo essere creativo. In fondo, presumo, l’avete scelto anche per questo. In questo modo anche lui si godrà la festa e il risultato saranno fotografie ancora migliori.

3. Pensate alla luce

marco morelli fotografo matrimonio lecce 9

Questa è un’altra cosa alla quale le coppie tendono a non pensare (o non sanno di dover considerare). La regola generale è: più luce naturale ci sarà a disposizione, più il vostro fotografo di matrimonio sarà contento.

Inoltre, siate consapevoli del fatto che la luce cambia durante il giorno e che luce diversa può voler dire foto diverse.

Per esempio, se vi sposate in autunno o addirittura in inverno, potrebbe iniziare a far buio molto presto. In questo caso è certamente una buona idea anticipare la cerimonia nel primo mattino, per permettere al fotografo di avere un margine sufficiente per poter fare delle belle foto con una bella luce.

Ora parliamo dei luoghi. La camera da letto in cui vi preparate è troppo piccola, angusta e disordinata? Organizzate i preparativi in una camera differente, oppure sgomberate per tempo porte e finestre da tende e da qualunque oggetto possa diminuire la quantità di luce che entra nella camera.

Lo stesso discorso vale anche per la chiesa. Certo, a volte si è vincolati nella scelta e in quel caso potrete fare ben poco. Ma se avete facoltà di scegliere, prediligete una chiesa ampia e ben illuminata.

Ricordate: il fotografo “dipinge” con la luce. Se non ce n’è abbastanza, sarà costretto ad utilizzare per troppo tempo le luci artificiali. A discapito della naturalezza e della bellezza degli scatti.

4. Pensate alla cerimonia

marco-morelli-fotografia-di-matrimonio-a-lecce-38

Le foto della vostra cerimonia nuziale saranno indubbiamente tra le foto più importanti dell’intero evento. Molte delle coppie che incontro dopo il matrimonio mi dicono di essere sorprese di quanto siano entusiaste ed emozionate nel vedere le immagini di quei momenti.

Il rito, spesso, è la parte di matrimonio più emozionante ed emotiva. Il fatidico “SI” è un momento così intenso che, paradossalmente, rischia di diventare un ricordo sfocato. Per questo motivo, le foto scattate durante la cerimonia, diventano importantissime.

Soprattutto nei riti religiosi, può capitare che alcuni sacerdoti neghino che la cerimonia venga fotografata oppure insistano affinchè il fotografo resti lontano dall’altare.

Come fotografo, posso assicurarvi che è terribile scoprire una cosa del genere la mattina stessa del matrimonio.  Perciò, se desiderate avere le foto (e delle belle foto) della cerimonia, parlate anticipatamente con il vostro sacerdote, in modo da sapere in anticipo se ci saranno delle limitazioni per il vostro fotografo.

Un’altra cosa da considerare è la possibilità di chiedere gentilmente ai vostri invitati di non scattare foto durante la cerimonia (lo potete indicare anche nelle partecipazioni di nozze).

Gli invitati che hanno in mano il cellulare o la reflex mentre la sposa attraversa la navata verso l’altare o pronunciate il vostro “si” non possono fare altro che distrarre voi e gli altri invitati (oltre che rovinare le foto professionali del vostro fotografo).

5. Affidatevi ad un buon truccatore

Di sicuro il giorno del vostro matrimonio vorrete essere splendide e un truccatore professionista potrà aiutarvi ad esserlo. Se non avete mai avuto l’occasione di essere truccate da un professionista, potreste restare sconvolte dalla differenza che noterete!

Non esagerate con l’autoabbronzante (l’aspetto da “oompa loompa” non è attraente) e non fate o usate nulla per il vostro colorito che possa creare reazioni strane o causare danni pochi giorni prima del matrimonio.

Allo stesso modo, se vi dedicherete un trattamento facciale come coccola pre-matrimonio, fate in modo che sia almeno una settimana prima del grande giorno. Le macchie post-trattamento facciale non sono molto divertenti.

Assicuratevi di avere cipria e rossetto nella vostra borsa (o affidateli ad una damigella) per i piccoli ritocchi durante la giornata.

Certo, Photoshop può aiutare, ma non può fare miracoli. Quindi non fate completo affidamento sul fotoritocco. Tra l’altro, l’esigenza di ritoccare pesantemente le foto, potrebbe causare un fastidioso ritardo nella consegna delle stesse.

6. Divertitevi

marco-morelli-fotografia-di-matrimonio-a-lecce-16

Il vostro fotografo sarà presente il giorno del vostro matrimonio per scattare foto con un’anima e ricche di coinvolgimento emotivo.

I fotografi di matrimonio professionisti sono molto creativi quindi siate aperti alle loro idee e proposte e, lo ripeto, fidatevi!

Per i vostri scatti, ascoltate le idee del vostro fotografo e non abbiate paura di giocare. Tutto questo spesso si tramuta in foto divertenti e molto belle. Dedicate alle foto più tempo possibile durante la giornata del vostro matrimonio. Più tempo il fotografo avrà a disposizione, migliore sarà il risultato finale.

7. Quanto tempo dedicare ad ogni momento?

marco morelli fotografo matrimonio lecce20

Come ho già detto, bisogna consentire al fotografo di lavorare nel migliore dei modi e questo significa dargli il tempo necessario.

Confrontandomi anche con i colleghi, credo che bisognerebbe dedicare alle varie fasi del matrimonio questi spazi:

Preparazione:

marco-morelli-fotografia-di-matrimonio-a-lecce-36

Di solito io dedico un’ora agli scatti della preparazione dello sposo e almeno un’ora e mezza a quelli della preparazione della sposa. Naturalmente non esistono schemi fissi e dipende sempre dalle esigenze personali degli sposi.

Tenete presente che, in quei momenti gioiosi e concitati, il tempo trascorre molto più velocemente di quanto uno creda.

Foto di gruppo:

marco-morelli-fotografia-di-matrimonio-a-lecce-56

personalmente sono un fotografo di reportage, però non nego certamente qualche foto posata agli sposi che me lo chiedono, soprattutto se si tratta delle classiche fotografie in compagnia dei parenti.

Quindi, dedicate almeno dieci minuti alle foto di gruppo e avvertite gli invitati di non sparire. Scattare la foto non porta via molto tempo ma rimarrete sorpresi di constatare quanto tempo di perda a rintracciare invitati che si sono allontanati e risultano irreperibili.

Anche l’animazione o il musicista del ricevimento potrebbe venirvi in soccorso. Di solito, annunciare al microfono il momento degli scatti di gruppo, richiama l’attenzione di tutti gli invitati.

Shooting agli sposi:

per lo shooting dedicato agli sposi, io amo dedicare almeno un’ora.

Lo shooting può essere fatto in esterna, se i luoghi nelle vicinanze propongono degli scenari interessanti. Non esistono regole fisse, dipende anche da quanto sono distanti tra loro la location della cerimonia e quella e del ricevimento. Far aspettare troppo gli invitati, di solito, non è una buona idea.

Anche molte location di ricevimento offrono la possibilità di foto suggestive. Magari potreste tenerne conto, nel momento in cui scegliete il vostro ristorante. Fare qualche scatto tra una portata e l’altra può risultare molto comodo.

Il momento del  tramonto porta con sé una luce molto suggestiva. Sia che il vostro matrimonio sia di mattina o di sera, è possibile organizzarsi in modo da scattare durante questo lasso di tempo.

 

 

I commenti sono chiusi.